TOLLERARE GLI ALIMENTI

Come un filtro che assorbe ciò che è utile e respinge il resto, l'intestino assolve ad un'importante funzione nel nostro corpo. Il cibo di cui ci nutriamo, infatti, può contenere molte sostanze che risultano nocive all'intestino stesso, che andrà a reagire con diversi sintomi: gonfiori, dolori, distensioni addominali, diarree, stipsi, crampi intestinali.

Dai conservanti contenuti nei cibi preparati industrialmente, ai coloranti, agli alimenti naturali ma che la mucosa intestinale non riesce a tollerare in modo continuativo... ogni possibile causa porta ad un acuirsi della sindrome dell'intestino irritabile e all'insorgere di intolleranze alimentari

Essendo responsabili o concause di sintomi di altri organi, le intolleranze ad alcuni alimenti possono provocare infatti anche mal di testa, dolori articolari, dermatiti, squilibri ormonali, insonnie, orticarie e così via.

Per
localizzare gli alimenti ai quali si è intolleranti, presso lo studio del dottor Grazioli a Brescia, è possibile utilizzare il metodo della Biorisonanza (Vega-test, EAV) oppure mediante esami del sangue, con la determinazione delle IgG contro determinati alimenti. 

Al termine della cura si potranno notare il ripristino della funzionalità della mucosa e la maggior tolleranza agli alimenti, che pian piano si possono reintrodurre in modo progressivo.

CURA PER LE INTOLLERANZE

La cura proposta consiste in una dieta che temporaneamente tolga nel regime alimentare quotidiano gli alimenti non tollerati. Una dieta personalizzata, per evitare carenze alimentari.

Il dietologo prescrive in supporto una cura fitoterapica, a base di prodotti vegetali, per eliminare l'infiammazione della mucosa intestinale.