Diete personalizzate

DIETE E BIOTIPI

Una dieta può funzionare bene in una persona mentre in altre no. Questo si spiega con il fatto che siamo diversi, e non tutti dobbiamo curarci allo spesso modo, così come non tutti dobbiamo seguire le stesse diete. Gli antichi avevano trovato dei modi per fronteggiare queste differenze attraverso i biotipi, cioè gruppi di persone con caratteristiche simili nel fisico, nelle emozioni, nel modo di magiare e nel metabolismo. I gruppi fondamentali sono 4: il SANGUIGNO, il BILIOSO, il CEREBRALE e il LINFATICO (la classificazione costituzionale è fatta risalire a Ippocrate, medico greco vissuto tra il 460 e il 370 a.C.):

SANGUIGNO

Prevale l’elemento Aria e l’umore sangue. È il biotipo più equilibrato, perché l’essenza del sangue è la vitalità e la salute.

Carattere: ottimista, socievole, aperto, comunicativo
Aspetto: vigoroso, vitale, elegante, sofisticato
Come mangia: appetito abbondante, ama cibi gustosi e conditi
Come ingrassa: ingrassa sui fianchi, mette su la pancia
Disturbi frequenti: dislipidemie, malattie cardiovascolari, iperglicemia diabete…

BILIOSO

Prevale l’elemento Fuoco e l’umore bile gialla, irruente e predisposto alle infiammazioni; prevalenza del fegato e del digerente.

Carattere: forte, dinamico, energico, organizzatore
Aspetto: longilineo muscoloso, compatto, nerboruto
Come mangia: fame vorace, mangia velocemente, ama fritti e salati
Come ingrassa: aumenta nella parte superiore del corpo, grasso compatto
Come si ammala: pieno di fuoco (infiammazioni), tende alle allergie e ai pruriti…

CEREBRALE

Prevale l’elemento Terra e l’umore bile nera. Prevalenza del sistema nervoso, sistema articolare e immunitario.

Carattere: freddo, ragionatore, tranquillo, riservato
Aspetto: longilineo, magro, gracile, macilento a volte o emaciato
Come mangia: appetito scarso, dipende dallo stato mentale o emotivo; mangia poco
Come ingrassa: fa fatica a prendere grasso, lo accumula in genere per lo stress
Disturbi frequenti: stipsi, indigestione, acidità di stomaco, tachicardia, ansia, nevrosi…

LINFATICO

Prevale l’elemento Acqua e l’umore flemma; preciso, predisposto all’obesità; prevalenza di tessuto connettivo e grasso.

Carattere: rilassato, accomodante, confidenziale, lento, passivo
Aspetto: corpulento, gonfio o grasso, tozzo, tarchiato, possente
Come mangia: mangia molto, in modo lento e costante; ama dolci, latticini, farinacei
Come ingrassa: tende all’obesità diffusa specie la pancia con grasso flaccido
Disturbi frequenti: molta cellulite e ritenzione idrica nella parte inferiore del corpo…

I BIOTIPI SONO SEMPRE MISTI

Pochissime persone si ritrovano al 100% in un singolo biotipo, quasi tutti abbiamo caratteristiche appartenenti a più biotipi. Di solito c’è un biotipo prevalente in proporzione pari al 50-60% e uno secondario 30%, talvolta anche un terzo in proporzione minima. Quando si fa una dieta personalizzata gli alimenti si devono adattare al biotipo che prevale, e si tiene conto anche del biotipo secondario.

LE QUALITA’ DEI CIBI

Sulla base della medicina antica che si rifà ai 4 elementi (Aria, Fuoco, Terra, Acqua), ai cibi vengono riconosciute delle qualità che trasmettono all’organismo. Le qualità dei cibi ingeriti dipendono anche dai modi di preparazione e conservazione degli alimenti. In questo contesto, ecco qualche indicazione sui cibi e sulle qualità:

La frutta: cibo raffreddante e umidificante, generalmente va bene dopo i pasti perché aiuta la digestione.
Le verdure sono ottime per le diete ipocaloriche, utili per il loro contenuto in sali minerali e vitamine (specie se consumate crudi).
I farinacei derivati dai cereali sono dotati di grande potere nutritivo. Molto indicati i farinacei non provenienti da cereali come grano saraceno, quinoa e amaranto.
Per i latticini, formaggi e derivati del latte sono sconsigliati ai linfatici, poi a cerebrali e sanguigni.
Le carni vanno bene per tutti i biotipi. Le carni migliori sono quelle di agnello e ovini, le cotture più indicate: alla brace al sangue e lessate.
I pesci: molto digeribili, sconsigliati ai biotipi freddi (linfatici e cerebrali).
Le spezie rendono i cibi più digeribili: chiodi di garofano, pepe nero, zenzero, cannella vanno usate per aiutare la digestione, molto adatte ai biotipi freddi (cerebrale e linfatico).

ALIMENTAZIONE PER I BIOTIPI

Come devono mangiare i vari biotipi per stare in salute o per dimagrire? Ecco qualche consiglio, che deve essere sempre adattato dallo specialista alla persona e alle sue abitudini (senza dimenticare che i biotipi sono sempre misti).

SANGUIGNO: ha bisogno di cibi rinfrescanti e deumidificanti. Per le carni, in particolare vanno bene vitello, agnello, pollo, maiale; usare meno la carne bovina, evitare salumi e selvaggina. Bene i pesci, i farinacei e i legumi. Consumare molte verdure, in particolare quelle a foglia verde (spinaci, cicoria, lattuga, coste); vanno bene anche le carote. Molto bene la frutta acida, mele, pere, albicocche; bene pure i frutti di bosco, l’uva rossa e l’uva passa.

BILIOSO: poche carni rosse, salumi, formaggi stagionati e piccanti; limitare anche i grassi, i fritti e i cibi sotto sale e piccanti. Eliminare il caffè, sostituirlo con il caffè d’orzo o con il caffè di cicoria. Evitare gli alimenti nervini, quindi tè e cioccolata. Consumare molta verdura e frutta, verdure a foglia larga, i carciofi. Ottimi gli agrumi: arance, mandarini, clementine, pompelmi e limoni. Come spezie di cucina usare salvia, rosmarino e dragoncello, curcuma, menta. Limitare senape, zenzero, rafano, cipolla, aglio.

CEREBRALE: consumare una giusta quantità di carne ben cotta, stufata o bollita; evitare la carne fritta o l’arrosto per i residui tossici e ossidati che presenta. Preferire il maiale giovane allevato in modo sano, l’agnello e il pollo ruspante. Per i cerali, scegliere quelli in chicchi interi evitando il grano; tra i cereali con glutine meglio il farro e l’orzo. Indicati il riso, il mais, il miglio, l’amaranto e la quinoa. Poca pasta, solo di farro o di mais, evitare quella di frumento. Consumare verdure, carciofi, asparagi, olive e cipolle: evitare le solanacee, melanzane, peperoni, pomodori, patate.

LINFATICO: sconsigliati i latticini, i cereali raffinati (pasta, pane, pizza, prodotti da forno), zuccheri e dolci. Tra le verdure evitare zucchini, cetrioli; per la frutta evitare angurie e meloni. Per i farinacei: consumarli poco e preferire quelli integrali e senza glutine (grano saraceno, riso, mais, amaranto e quinoa). Bene i condimenti riscaldanti: pepe nero, peperoncino, zenzero, cannella, timo, rosmarino, salvia, origano.

GRAZIOLI DR. RUGGERO

Via Ugo La Malfa, 24  -  cap  25124 BRESCIA (BS)

sede legale:V. Cefalonia 55 25100 BRESCIA (BS) |p.iva 03525030171